fbpx

Alimentazione e problemi alla tiroide

La tiroide 

La tiroide è una ghiandola posta nella parte anteriore del collo, che produce degli ormoni con un ruolo importante per ogni tessuto dell’organismo e che intervengono sia nello sviluppo corporeo che in tutte le reazioni metaboliche.


Il mantenimento di un adeguato numero di ormoni tiroidei nel sangue dipende sia da un corretto apporto di iodio con la dieta (lo iodio è soggetto a perdite quotidiane attraverso l’urina o il sudore), sia dal buon funzionamento di un sistema di controllo rappresentato da ipofisi e ipotalamo, atto a mantenere un equilibrio ormonale nell’organismo.

Ipertiroidismo e ipotiroidismo

L’alterazione di questo equilibrio porta al verificarsi di una delle due patologie della tiroide: ipertiroidismo o ipotiroidismo.

Le cause dell’ipotiroidismo sono diverse (carenza di iodio, vita sedentaria…) e i sintomi sono molteplici e possono manifestarsi nell’arco di pochi mesi così come di anni, secondo la gravità del caso (stanchezza, aumento di peso, sbalzi di umore, stipsi, insonnia, ciclo mestruale abbondante…).

Per tutti questi motivi, è molto importante assumere la giusta quantità di sale iodato attraverso l’alimentazione ed agevolare in questo modo il funzionamento della ghiandola tiroidea.

Iodio e alimentazione

Negli alimenti che assumiamo quotidianamente lo iodio è contenuto in piccole quantità, quindi l’assunzione attraverso la dieta è piuttosto limitata; alcune verdure (come ad esempio il cavolo), inoltre, inibiscono l’assorbimento dello iodio da parte della tiroide. 

Per ovviare ad eventuali problemi, è sufficiente inserire nell’alimentazione quotidiana adeguate quantità di sale iodato, da sostituire al comune sale da cucina, da impiegare “crudo” sugli alimenti e non nell’acqua di cottura della pasta, poiché il calore tende a distruggere lo iodio. 

Cibi ricchi di iodio

Ci sono poi alcuni cibi particolarmente ricchi di iodio, primi fra tutti:

  • pesci e crostacei, soprattutto aragosta, cozze, acciughe, baccalà, merluzzo, palombo, sogliola (aragosta e ostriche sono composte all’80 % di iodio);
  • farina di grano (ne contiene però solo il 3%);
  • uova;
  • carne di vitello o manzo;
  • legumi quali lenticchie, piselli e fave;
  • funghi freschi;
  • radicchio;
  • spinaci.

Questi accorgimenti non devono essere considerati sostitutivi delle indicazioni del Medico. Per una dieta personalizzata si consiglia di consultare il Nutrizionista.

Recensioni

Laura Volpato
Laura Volpato

5 out of 5 stars

posted 2 weeks ago

Ho iniziato il mio percorso con la dottoressa Giulia Morello circa 5 mesi fa.
Iniziando a fare attività fisica in palestra ho avuto un brusco calo di peso, segno che non mangiavo in modo corretto per il tipo di movimento che stavo facendo.
Dopo la visita, la dottoressa Morello ha creato per me un piano alimentare che venisse incontro a tutte le mie necessità, con un aumento progressivo delle calorie e delle dosi, in modo che il mio corpo potesse adattarsi al meglio al cambio di dieta.
Una delle cose che mi piace di più di questo percorso è la varietà di sostituzioni e alternative che mi offre. Rende il tutto più piacevole e meno impositivo, non sembra quindi un dover rispettare una dieta, ma semplicemente un cambiamento di abitudini che mi porta a mangiare in maniera più sana e corretta in base alle mie effettive necessità.
L'ambiente, l'accoglienza e la loro disponibilità rende tutto perfetto. Sono davvero felice di aver intrapreso questo percorso!

Rossano Moracci
Rossano Moracci

5 out of 5 stars

posted 1 month ago

Sono Gabriele Moracci e ho 16 anni.
Circa un anno fa ho iniziato questo mio percorso da Nutrisana ad Albignasego, io sono stato seguito dalla Dottoressa Jessica Terranova. Ho cominciato questo percorso perché dopo aver perso 20 kg, in modo sbagliato, ovvero senza essere seguito da nessuno specialista, ma di testa mia. Questa cosa mi ha rovinato il fisico, facendomi essere sempre stanco e con i muscoli non adatti allo sport che faccio (calcio). Appena cominciato quindi questo percorso con la dottoressa Jessica Terranova, avevo come obiettivo quello di costruire una buona massa muscolare, e tenere bassa invece la massa grassa. In meno di un anno ho raggiunto l’obiettivo di una massa muscolare invidiabile, e una massa grassa intorno al 10% essendo partito da circa il 18%, un traguardo fantastico. La cosa più bella che mi ha insegnato la dottoressa Jessica Terranova è che non si è mai a dieta, ma si sta solamente mangiando bene, quindi lei non ti fa sentire come se fossi a dieta, che comporta il fatto di essere stressati ecc.. ma ti fa sentire solo meglio, insegnandoti a mangiare bene. Mi ha insegnato veramente molte cose, come leggere le etichette degli alimenti e quindi sapere ciò che sto mangiando, e tante altre cose importantissime, quindi ti insegna uno stile di vita. Questo stile di vita ti fa stare bene sia con te stesso, ma soprattutto a livello di salute. Mangiando come mi ha insegnato la dottoressa, non ho mai avuto un infortunio muscolare, ma i miei muscoli hanno sempre risposto al meglio. Inoltre volevo ribadire che consiglio a chiunque la dottoressa JESSICA TERRANOVA, che oltre aver fatto tutto quello che ho detto, è sempre stata disponibile ad ogni cosa, e dopo un po’ diventerà come una amica, la consiglio veramente a tutti, sia professionalmente sia come donna.
Gabriele Moracci

Go Top