fbpx

Alimentazione in caso di sindrome del colon irritabile

La sindrome dell’intestino irritabile o IBS (dall’inglese Irritable Bowel Syndrome), detta anche colon irritabile o colite è un disturbo gastrointestinale cronico che interessa la funzionalità del tratto intestinale ed incide negativamente sulla qualità della vita.

Circa il 10-15% della popolazione adulta di tutto il mondo soffre di questa sindrome; molto diffuso nella popolazione tra i 20 e i 50 anni, in particolare nel sesso femminile.

La Sindrome del colon irritabile è dovuta ad alterazione della motilità intestinale e ad aumentata sensibilità del tratto gastroenterico agli stimoli, sia interni sia ambientali, mentre sono assenti lesioni organiche di qualsiasi genere. Per la comparsa di tale disturbo contribuiscono i fattori genetici e psicosociali (stress, ansia, depressione) ma può anche essere scatenata da una pregressa infezione gastro-intestinale.

Consigli nutrizionali

Le attuali raccomandazioni dietetiche e di stile di vita hanno come obiettivo principale la diminuzione del disturbo. Si consiglia pertanto di:

  • aumentare gradualmente l’assunzione di fibra, almeno fino a 30 g/die in modo da regolarizzare l’alvo. Nella scelta della fibra è bene privilegiare quella solubile contenuta in frutta fresca e ortaggi, a discapito di quella insolubile presente soprattutto in cereali integrali e legumi, che al contrario può risultare irritante. Valutare la tolleranza individuale;
  • limitare l’assunzione di alimenti che possono influenzare la funzionalità intestinale quali: caffeina, alcool, condimenti grassi, zuccheri, bevande gassate, salse; peperoncino, pepe e spezie piccanti in generale perché possono irritare le mucose intestinali; brodo di carne o confezionato con estratti di carne o dadi per brodo; dolci come torte, pasticcini, marmellata, panna, gelati ecc., latte soprattutto se si ha intolleranza al lattosio. La fibra della crusca può aggravare alcuni sintomi del colon irritabile, pertanto bisogna essere attenti alle eventuali reazioni negative a questo alimento;
  • evitare un’alimentazione sbilanciata, troppo ricca di grassi, proteine e povera o priva di carboidrati;
  • fare pasti leggeri, poco abbondanti e frequenti;
  • masticare lentamente;
  • introdurre almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno; un corretto equilibrio idrico è importante per garantire una consistenza morbida delle feci;
  • prediligere preparazioni semplici come la cottura al vapore, alla piastra, al forno, al cartoccio;
  • praticare quotidianamente attività fisica che concorre ad attenuare i sintomi;
  • ridurre o eliminare il fumo che contribuisce a danneggiare le mucose dell’organismo.

Durante la fase acuta, le raccomandazioni dietetiche cambiano. È raccomandabile prediligere una dieta volta principalmente a garantire liquidi e sali minerali ed seguire le indicazioni mediche.

Questi accorgimenti non devono essere considerati sostitutivi delle indicazioni del Medico. Per una dieta personalizzata si consiglia di consultare il Nutrizionista.

Recensioni

Laura Volpato
Laura Volpato

5 out of 5 stars

posted 2 weeks ago

Ho iniziato il mio percorso con la dottoressa Giulia Morello circa 5 mesi fa.
Iniziando a fare attività fisica in palestra ho avuto un brusco calo di peso, segno che non mangiavo in modo corretto per il tipo di movimento che stavo facendo.
Dopo la visita, la dottoressa Morello ha creato per me un piano alimentare che venisse incontro a tutte le mie necessità, con un aumento progressivo delle calorie e delle dosi, in modo che il mio corpo potesse adattarsi al meglio al cambio di dieta.
Una delle cose che mi piace di più di questo percorso è la varietà di sostituzioni e alternative che mi offre. Rende il tutto più piacevole e meno impositivo, non sembra quindi un dover rispettare una dieta, ma semplicemente un cambiamento di abitudini che mi porta a mangiare in maniera più sana e corretta in base alle mie effettive necessità.
L'ambiente, l'accoglienza e la loro disponibilità rende tutto perfetto. Sono davvero felice di aver intrapreso questo percorso!

Rossano Moracci
Rossano Moracci

5 out of 5 stars

posted 1 month ago

Sono Gabriele Moracci e ho 16 anni.
Circa un anno fa ho iniziato questo mio percorso da Nutrisana ad Albignasego, io sono stato seguito dalla Dottoressa Jessica Terranova. Ho cominciato questo percorso perché dopo aver perso 20 kg, in modo sbagliato, ovvero senza essere seguito da nessuno specialista, ma di testa mia. Questa cosa mi ha rovinato il fisico, facendomi essere sempre stanco e con i muscoli non adatti allo sport che faccio (calcio). Appena cominciato quindi questo percorso con la dottoressa Jessica Terranova, avevo come obiettivo quello di costruire una buona massa muscolare, e tenere bassa invece la massa grassa. In meno di un anno ho raggiunto l’obiettivo di una massa muscolare invidiabile, e una massa grassa intorno al 10% essendo partito da circa il 18%, un traguardo fantastico. La cosa più bella che mi ha insegnato la dottoressa Jessica Terranova è che non si è mai a dieta, ma si sta solamente mangiando bene, quindi lei non ti fa sentire come se fossi a dieta, che comporta il fatto di essere stressati ecc.. ma ti fa sentire solo meglio, insegnandoti a mangiare bene. Mi ha insegnato veramente molte cose, come leggere le etichette degli alimenti e quindi sapere ciò che sto mangiando, e tante altre cose importantissime, quindi ti insegna uno stile di vita. Questo stile di vita ti fa stare bene sia con te stesso, ma soprattutto a livello di salute. Mangiando come mi ha insegnato la dottoressa, non ho mai avuto un infortunio muscolare, ma i miei muscoli hanno sempre risposto al meglio. Inoltre volevo ribadire che consiglio a chiunque la dottoressa JESSICA TERRANOVA, che oltre aver fatto tutto quello che ho detto, è sempre stata disponibile ad ogni cosa, e dopo un po’ diventerà come una amica, la consiglio veramente a tutti, sia professionalmente sia come donna.
Gabriele Moracci

Go Top