fbpx

Alimentazione per la celiachia e intolleranza al glutine

gluten free

Il glutine

Il glutine è una proteina presente in alcuni cereali (come frumento, farro, orzo, segale, avena, kamut) e di conseguenza, è presente in tutti gli alimenti prodotti con essi.

Il glutine si trova principalmente negli alimenti, ma può essere presente anche in altri prodotti come farmaci, vitamine e integratori.

Intolleranza e Celiachia

Le persone con sensibilità al glutine hanno problemi con questa proteina, ma si tratta di un disturbo completamente diverso dalla celiachia.

Intolleranza al glutine

Si manifesta principalmente con dolori addominali, colon irritabile, affaticamento, mal di testa.

Meno grave a livello di sintomatologia e conseguenze sul corpo umano, deve essere un medico, dopo le opportune analisi, a diagnosticarla.

Le abitudini alimentari che si adottano devono tenere conto di questo disturbo; può essere quindi utile rivolgersi al nutrizionista per creare una dieta adeguata.

Celiachia

Malattia infiammatoria dell’intestino causata da un’intolleranza alimentare permanente al glutine, diagnosticata basandosi su sierologia e biopsia intestinale.

È una vera e propria allergia alimentare; nelle persone affette da celiachia, il glutine scatena una reazione autoimmune, che attacca l’intestino e danneggia gravemente la mucosa intestinale.

La celiachia può colpire bambini, adulti ma anche soggetti anziani; si verifica in soggetti predisposti, l’incidenza è di circa 1 italiano su 100.

La celiachia si accompagna spesso ad altre intolleranze alimentari.

È inoltre riconosciuta una correlazione tra celiachia e diabete di tipo I.

La digestione e il glutine

Durante la digestione i componenti degli alimenti vengono sminuzzati in frammenti sempre più piccoli per poter essere assorbiti e utilizzati.

Nel soggetto celiaco, il glutine viene solo parzialmente scisso dagli enzimi e i frammenti non digeriti sono responsabili delle reazioni infiammatorie croniche.

Si ha l’alterazione della funzione di assorbimento dei nutrienti: le condizioni di malassorbimento portano a carenze nutrizionali e/o sintomi gastrointestinali.

Cosa fare?

Dopo una diagnosi certa, l’unico trattamento disponibile ed efficace consiste nell’intraprendere una dieta priva di glutine.

Per essere certi di seguire una dieta adeguata, è consigliabile rivolgersi ad un nutrizionista, che potrà redigere un piano alimentare personalizzato che eviti il glutine in tracce (che può nascondersi anche in alimenti apparentemente sicuri).

Gli alimenti ottenuti dai cereali contenenti glutine devono essere esclusi dall’alimentazione, così come tutti gli alimenti contaminati in fase di produzione: esiste per questo una certificazione gluten-free negli alimenti ed esistono prontuari che raccolgono tutti gli alimenti certificati.

In Italia i prodotti gluten-free vengono sovvenzionati dallo Stato che tramite il Servizio Sanitario Nazionale prevede il rimborso del costo degli alimenti per celiaci, che si possono acquistare in tutte le farmacie e parafarmacie specializzate. È sufficiente ottenere una certificazione di malattia per usufruire di questo rimborso.

La "spiga sbarrata”, il marchio dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC), che caratterizza tutti i prodotti senza glutine.
La “spiga sbarrata”, il marchio dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC), che caratterizza tutti i prodotti senza glutine.

L’Associazione Italiana Celiachia aiuta a vivere questa condizione nel miglior modo possibile, segnalando ad esempio ristoranti senza glutine o alberghi per celiaci, informando sulle normative, organizzando eventi e finanziando concretamente la ricerca sulla celiachia.

Cereali non permessi Cereali permessi
OrzoRiso
Farro
Mais
Khorosan / KamutSorgo
SegaleMiglio
AvenaGrano saraceno
Frumento (grano duro e tenero)Manioca
Tutti i prodotti derivati da tali cereali (pane,
pasta, pizza, biscotti, sostituiti del pane,
snack dolci e salati e dolci)
Quinoa
Teff
Amaranto

Questi accorgimenti non devono essere considerati sostitutivi delle indicazioni del Medico. Per una dieta personalizzata si consiglia di consultare il Nutrizionista.

Recensioni

Claudia Sabattini
Claudia Sabattini

5 out of 5 stars

posted 2 weeks ago

Entusiasta delle persone e dei risultati! La dottoressa che mi ha seguita è stata davvero professionale, ma anche molto attenta e gentile.
La dieta che mi ha prescritto teneva conto sia dei miei gusti personali, che delle mie esigenze, al punto che quasi non mi è pesato seguirla. I risultati poi non hanno tardato ad arrivare. Non guasta anche il fatto che l'arredamento fosse semplice e gradevole, quindi se si attende lo si fa in un ambiente tranquillo e rilassante. Lo raccomando a tutti!

Irene
Irene

5 out of 5 stars

posted 1 month ago

Sono seguita da qualche mese dalla dottoressa Jessica Terranova e mi sono trovata benissimo da subito. E' molto competente e grazie a lei ho raggiunto i miei obiettivi e ora sono in fase di mantenimento. Ma ciò per cui sono più contenta è che ho finalmente imparato a mantenere uno stile di vita più sano, accompagnando un'alimentazione corretta per le mie esigenze all'attività fisica. Sono molto soddisfatta del mio percorso.

Go Top