fbpx

Consigli pratici: svezzamento e proteine

Assunzione delle proteine durante lo svezzamento: il padre svezza il neonato

Oggi condivido 5 spunti che suggerisco a tutti i genitori alle prese con lo svezzamento dei propri figli.

Dott.ssa Jessica Terranova


La gestione dell’apporto proteico in questa fase di crescita è delicata poiché uno squilibro eccessivo potrebbe, nel lungo periodo, favorire il sovrappeso e l’obesità.
pertanto:

Inizialmente inserite un solo pasto con una fonte proteica

bimbe e bimbi si nutrono ancora di latte (materno o artificiale) che, di per sé, garantisce una quota proteica all’alimentazione. è bene quindi non eccedere con le proteine derivanti dagli alimenti.

Una sola fonte proteica per pasto

le linee guida dell’oms sconsigliano di associare fonti proteiche diverse nello stesso pasto. Ciò vale sia per i bambini che per gli adulti. È bene pertanto non abbinare fonti proteiche diverse ricordo che il legumi, ovvero piselli, ceci, fagioli, lenticchie, ecc. sono proteine vegetali quindi stanno al posto di carne o pesce.

Variare le fonti proteiche

anche in questa fascia d’età, il suggerimento è quello di variare l’alimentazione: i bambini possono mangiare tutto fin da subito, pertanto è importante inserire tutte le proteine a rotazione nel corso della settimana, sia animali che vegetali.

Frequenze di consumo delle proteine

Nell’immagine ho riassunto le frequenze di consumo di proteine consigliate dalle linee guida dell’oms: da preferire carne bianca, pesce e legumi, a discapito di carne e affettati.
Buono svezzamento!

Dott.ssa
Jessica Terranova

Biologa Nutrizionista

Richiedi appuntamento

Bambini e Natale

Vuoi più informazioni su di me? Visualizza il mio video di presentazione, oppure clicca qui.