fbpx

Digiuno intermittente

digiuno intermittente ecco come funziona

Il digiuno intermittente (intermittent fasting, IF) è un approccio nutrizionale che può essere utilizzato quando compaiono dei blocchi metabolici: in questo caso risulta difficile dimagrire e il nostro corpo non risponde più a diete ipocaloriche o ad altre strategie alimentari. Ha guadagnato popolarità negli ultimi anni grazie ai benefici sulla salute e sulla perdita di peso.

 

Tabella dei Contenuti

Come funziona il digiuno intermittente?

Il digiuno intermittente si differenzia dalle diete tradizionali in quanto si concentra su quando mangiare, piuttosto che su cosa mangiare. Incorporando periodi di digiuno e di alimentazione, la dieta del digiuno intermittente mira a ottimizzare il metabolismo dell’organismo e alla perdita di peso.

La base del digiuno intermittente consiste nell’alternare periodi di digiuno a periodi di alimentazione. 

L’attuazione pratica del digiuno intermittente richiede un’attenta pianificazione e la considerazione delle proprie esigenze e preferenze individuali. Per cominciare, è fondamentale scegliere un metodo di digiuno intermittente che sia in linea con il proprio stile di vita e i propri obiettivi.

Una volta scelto il metodo, è essenziale stabilire un programma coerente di alimentazione e di digiuno, assicurandosi che ci sia una chiara distinzione tra i periodi di digiuno e i periodi di alimentazione.

piatto pieno di cibo solo per una porzione, rappresenta la dieta a digiuno intermittente

Durante i periodi di alimentazione all’interno della dieta del digiuno intermittente, è fondamentale dare priorità agli alimenti ricchi di nutrienti e mantenere una dieta equilibrata. Sebbene il digiuno intermittente non imponga restrizioni severe sulle scelte alimentari, il consumo di pasti sani e nutrienti può massimizzare i benefici del digiuno intermittente. Includere nella propria dieta una varietà di frutta, verdura, cereali integrali, proteine magre e grassi sani può favorire il senso di sazietà, sostenere i livelli di energia e fornire i nutrienti essenziali durante la finestra alimentare. 

Tipi di digiuno intermittente: Digiuno intermittente 16 8

Esistono diversi tipi di digiuno intermittente che si adattano alle preferenze e agli orari individuali; il metodo del digiuno intermittente 16 8 è uno dei più comuni.

Il metodo del digiuno intermittente 16 8, o protocollo Leangains, prevede una finestra giornaliera di 16 ore di digiuno seguita da una finestra di alimentazione di 8 ore. Questo tipo di digiuno intermittente è molto popolare per la sua semplicità e facilità di integrazione nella routine quotidiana. In genere, le persone che seguono questo metodo saltano la colazione e consumano i pasti durante la finestra di 8 ore, che può essere compresa tra le 12.00 e le 20.00 o qualsiasi altro periodo di 8 ore che si adatta al loro programma.

schema del digiuno intermittente 16 8

Un altro metodo è il digiuno intermittente 5:2, in cui gli individui consumano una dieta regolare per cinque giorni della settimana e limitano l’apporto calorico a circa 500-600 calorie in due giorni non consecutivi. Questo metodo consente una maggiore flessibilità nella pianificazione dei pasti e può essere un’opzione interessante per coloro che trovano impegnativi i periodi di digiuno quotidiano.

schema del digiuno intermittente 5 2 giorni di digiuno e giorni di scarico

Il metodo Eat-Stop-Eat prevede un digiuno completo di 24 ore una o due volte alla settimana, durante il quale non si consumano cibi solidi. Questo tipo di digiuno intermittente richiede un livello di disciplina più elevato, ma può produrre benefici significativi per la salute, come il miglioramento dell’autofagia, la riparazione cellulare e la perdita di peso.

schema del digiuno intermittente eat stop eat

Infine, la Dieta del Guerriero è una forma più estrema di digiuno intermittente che prevede una finestra di digiuno di 20 ore e una finestra di alimentazione di 4 ore. Questo metodo incoraggia il consumo di piccole quantità di frutta e verdura cruda durante il periodo di digiuno e di un pasto abbondante e denso di nutrienti durante la finestra di alimentazione. La dieta del guerriero mira a imitare i modelli alimentari degli antichi guerrieri, portando ad una maggiore chiarezza mentale, un aumento dei livelli di energia e la perdita di peso.

schema del digiuno intermittente digiuno del guerriero

Come funziona il digiuno intermittente 14 10?

Il digiuno intermittente 14 10 è una dieta in cui la finestra di alimentazione dura 10 ore e quella di digiuno 14 ore. Il digiuno intermittente 14 10 offre un protocollo relativamente facile da seguire, che lo rende una scelta popolare per i principianti. La finestra di digiuno prolungata a 14 ore consente all’organismo di entrare in uno stato in cui può bruciare più efficacemente i grassi immagazzinati per ricavarne energia. Questo tipo di digiuno intermittente può portare alla perdita di peso e al miglioramento della composizione corporea.

Inoltre, il digiuno intermittente di 14 ore può aiutare a regolare i livelli di zucchero nel sangue, a ridurre la resistenza all’insulina e a diminuire il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Il digiuno intermittente 14:10 è il suo potenziale impatto sulla salute cognitiva. Durante il periodo di digiuno, il corpo subisce un processo chiamato autofagia, in cui le cellule danneggiate e i componenti cellulari vengono scomposti e riciclati. Si ritiene che questo processo protegga da malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson, facilitando la rigenerazione cellulare e riducendo l’infiammazione.

Uno dei vantaggi principali del digiuno intermittente 14:10 è la sua adattabilità in quanto consente alle persone di scegliere la propria finestra alimentare in base alle preferenze personali e agli orari giornalieri. Questa flessibilità può rendere più facile attenersi al programma e ottenere un successo a lungo termine.

Tuttavia, è essenziale affrontare il digiuno intermittente con cautela e consultare un professionista della salute, il Nutrizionista, prima di iniziare. 

schema del digiuno intermittente 14 10

Cosa mangiare nel digiuno intermittente 14 10?

Nel digiuno intermittente 14 10 si consiglia di consumare durante la finestra alimentare una dieta equilibrata che includa una varietà di alimenti integrali.

Scegliete fonti proteiche di alta qualità che aiutano a mantenere e costruire la massa muscolare, mantenendo una sensazione di sazietà e soddisfazione, come carni magre, pollame, pesce, legumi e latticini.

Assicuratevi di includere nei vostri pasti molta verdura e frutta, ricchi di nutrienti e forniscono vitamine, minerali, antiossidanti essenziali. Questi alimenti sono anche ricchi di fibre alimentari, che possono facilitare la digestione e contribuire a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue.

alimenti per una dieta sana nel digiuno intermittente 14 10, cosa mangiare

Anche i grassi sani sono importanti nel piano alimentare, in quanto favoriscono la funzione cerebrale, la salute del cuore e riducono l’infiammazione.

I cereali integrali sono un’altra componente fondamentale di una dieta ben bilanciata durante la finestra alimentare e si consiglia di preferire i cereali integrali, come il riso integrale, il pane integrale, la quinoa e l’avena, invece dei cereali raffinati come il riso bianco o il pane bianco. I cereali integrali forniscono nutrienti essenziali, tra cui vitamine del gruppo B, ferro e fibre, che possono contribuire a mantenere i livelli di energia e a sostenere la salute dell’apparato digerente.

Quando si segue il piano di digiuno intermittente 14 10, è anche essenziale rimanere idratati durante la giornata. Bere acqua, tisane o caffè nero durante il periodo di digiuno può aiutare a frenare la fame, mantenere i livelli di idratazione e può aiutare a perdere peso.

logo nutrizione sana biologi nutrizionisti

Perché affidarsi a noi per una dieta digiuno intermittente è vantaggioso?

Offriamo un servizio specialistico e personalizzato ad un prezzo conveniente..

Seguendo i nostri percorsi alimentari non avvertirai il senso di fame perché avrai a tua disposizione tutti i nutrienti di cui hai bisogno.

Mettiamo gratuitamente a tua disposizione centinaia di ricette gustose e salutari che potrai consultare anche quando avrai terminato il tuo percorso.

I nostri piani alimentari sono fortemente personalizzati per assecondare i tuoi gusti e potrai riscoprire il piacere di mangiare in modo sano e nutriente.

Le nostre prestazioni rientrano nel novero delle prestazioni sanitarie detraibili.

Digiuno intermittente 16 8: Donne

Una delle principali attrattive del digiuno intermittente 16 8 per le donne è la sua semplicità e facilità di attuazione. Anziché attenersi a piani di pasti rigidi o contare le calorie, questo metodo di digiuno richiede solo di stabilire una finestra alimentare adatta al proprio stile di vita e alle proprie preferenze. Consente alle donne di mantenere la propria vita sociale e la routine quotidiana senza sentirsi eccessivamente limitate o private.

il digiuno intermittente per dimagrire per le donne

In termini di perdita di peso, il digiuno intermittente 16 8 per le donne ha dimostrato di favorire la combustione dei grassi e la riduzione complessiva del peso.

Il digiuno intermittente 16 8 per le donne è stato collegato a numerosi benefici per la salute, tra cui una maggiore salute metabolica, una migliore sensibilità all’insulina, una riduzione dell’infiammazione e un aumento dei processi di riparazione cellulare. Gli studi indicano che il digiuno intermittente può migliorare i livelli di colesterolo e la pressione sanguigna, riducendo così il rischio di malattie cardiovascolari. Inoltre, è stato dimostrato che lo stato di digiuno stimola la produzione del fattore neurotrofico di derivazione cerebrale (BDNF), una proteina che svolge un ruolo cruciale nella funzione cognitiva e nella salute mentale. 

Alcune donne, in particolare quelle in gravidanza, in fase di allattamento o con una storia di disordine alimentare, possono richiedere un approccio più personalizzato al digiuno o a interventi dietetici alternativi. Per questo motivo, si raccomanda sempre di consultare un Nutrizionista prima di intraprendere qualsiasi cambiamento significativo dello stile di vita.

Quali sono i benefici del digiuno intermittente

Digiuno intermittente 16 8: Benefici

Uno dei principali benefici del digiuno intermittente 16 8 è il suo effetto sulla gestione del peso. Il digiuno intermittente per dimagrire limita le ore in cui si consuma cibo ed è più probabile che riduca l’apporto calorico complessivo, favorendo così la perdita di peso. Inoltre, è stato dimostrato che questa forma di digiuno migliora la capacità dell’organismo di bruciare i grassi come combustibile, in quanto favorisce il passaggio dalla combustione del glucosio a quella dei chetoni.

Il cambiamento della fonte di energia non solo favorisce la perdita di peso, ma aiuta anche a migliorare la lucidità mentale e la concentrazione. Oltre alla gestione del peso, il digiuno intermittente 16 8 è stato collegato a una migliore sensibilità all’insulina e alla regolazione degli zuccheri nel sangue, aiutando a prevenire i picchi glicemici e a ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Inoltre, è stato dimostrato che il programma di digiuno 16:8 riduce i livelli di infiammazione nell’organismo, il che può contribuire a ridurre il rischio di malattie croniche come le cardiopatie e il cancro.

benefici sulla salute e sulla longevità del digiuno intermittente

Un altro vantaggio fondamentale del digiuno intermittente 16:8 è il suo potenziale di supporto alla riparazione cellulare e alla longevità. Durante i periodi di digiuno, il corpo subisce un processo noto come autofagia, in cui le cellule danneggiate vengono scomposte ed eliminate. Questo processo di disintossicazione naturale porta ad una maggiore salute cellulare complessiva e può contribuire a una vita più lunga e sana.

logo nutrizione sana biologi nutrizionisti
Teniamo a te X davvero!

Spesso è difficile orientarsi nella scelta di un nutrizionista o di un nutrizionista online  che propone una dieta digiuno intermittente perché molti professionisti della salute senza scrupoli promettono di farti raggiungere gli obiettivi proponendo delle pratiche prive di fondamenti scientifici oppure vendendo dei prodotti sostituivi di pasti che hanno il solo fine commerciale a discapito della salute di chi assume tali prodotti.

Cosa non faremo per te

Non ti vendiamo prodotti sostitutivi dei pasti.

Non ti consigliamo diete da rotocalco prive di fondamenti scientifici.

Non effettuiamo programmi alimentari che sembrano promettere grandi risultati a discapito della salute e delle corrette abitudini alimentari.

Non applichiamo protocolli che, una volta terminato il percorso, puntano a causare il classico effetto yo-yo per farti ritornare subito dal nutrizionista.

Non ti offriamo la solita dieta.

Cosa, invece, faremo per te

Prima di tutto sarai accolto come persona e terremo sempre conto delle tue esigenze.

Troverai da noi comprensione e sostegno e, se lo ritieni necessario, potrai confrontarti con una psicologa del nostro team!

Se necessario uniremo le nostre competenze per offrirti un supporto d’eccellenza.

I nostri piani alimentari non sono faticosi da seguire.

I nostri percorsi ti insegneranno cosa funziona per te e durante le sedute ti spiegheremo come mantenere nel tempo i risultati raggiunti.

Le persone chiedono al nutrizionista

Molte persone si sono rivolte al digiuno intermittente nella speranza di raggiungere i propri obiettivi di perdita di peso. La quantità di peso che si può perdere in una settimana di digiuno intermittente varia a seconda di fattori quali il metabolismo individuale, lo specifico piano di dieta intermittente seguito e il livello di attività fisica. In media, adottando un regime di digiuno intermittente è possibile perdere fino a 3 chili a settimana.

bilancia e metro, quanti chili si perdono in una settimana di digiuno intermittente e in un mese di digiuno intermittente

Con le stesse ipotesi precedenti, uno studio del 2014 ha rilevato che i partecipanti hanno perso in media il 3-8% del loro peso corporeo in un periodo di 3-24 settimane e 2-6 kg in un mese di media, a seconda dei fattori individuali.

Tuttavia, è fondamentale ricordare che la costanza e l’aderenza alla dieta sono essenziali per una perdita di peso duratura e i risultati individuali possono variare. La combinazione del digiuno intermittente con una dieta equilibrata e un regolare esercizio fisico può migliorare ulteriormente i risultati di perdita di peso e i benefici complessivi per la salute.

Il digiuno intermittente 16 8 prevede il digiuno per 16 ore e il consumo di tutti i pasti entro una finestra di 8 ore, con una serie di benefici per la salute, tra cui una potenziale perdita di peso. Tuttavia, il numero esatto di chili che si possono perdere dipende in larga misura da diversi fattori, come il peso iniziale, la dieta, le abitudini di esercizio e il tasso metabolico individuale.

Gli studi hanno dimostrato che il digiuno intermittente 16 8 può portare a una significativa perdita di peso nel tempo, con alcuni individui che hanno perso fino al 3-8% del loro peso corporeo in un periodo di 3-24 settimane. Ciò equivale a circa 1,5 kg a settimana, un tasso di perdita di peso sano e sostenibile.

Durante la finestra alimentare di 8 ore di una dieta intermittente, è essenziale consumare alimenti ricchi di nutrienti. Per massimizzare i benefici del digiuno intermittente, date priorità a una dieta equilibrata che comprenda cereali integrali, proteine magre, grassi sani e una varietà di frutta e verdura. In questo modo l’organismo riceverà vitamine, minerali e fibre adeguate per un funzionamento ottimale. 

L’assunzione di proteine magre come il pollo, il pesce, il tofu e i legumi aiuta a mantenere la massa muscolare e a mantenere il senso di sazietà durante il periodo di digiuno. 

I cereali integrali, come il riso integrale, la quinoa e il pane integrale, forniscono carboidrati a lenta digestione che forniscono energia prolungata. 

Il consumo di grassi sani come avocado, noci e olio d’oliva favorisce l’equilibrio ormonale e le funzioni cognitive. 

una dieta bilanciata ed equilibrata per sostenere il digiuno intermittente, cosa mangiare nelle 8 ore del digiuno intermittente 16 8

Infine, una gamma colorata di frutta e verdura garantisce un apporto diversificato di antiossidanti e fitonutrienti, fondamentali per la salute immunitaria e la prevenzione delle malattie. Incorporando questi alimenti ricchi di sostanze nutritive nella vostra dieta intermittente, potrete alimentare con successo il vostro corpo durante la finestra alimentare di 8 ore.

Per le persone che desiderano incorporare il digiuno intermittente nella loro routine, è essenziale considerare fattori quali gli obiettivi di salute personali, lo stile di vita e la storia medica. In generale, per i principianti si consiglia di praticare il digiuno intermittente 2-3 volte alla settimana, aumentando gradualmente la frequenza man mano che l’organismo si adatta a questo nuovo modello alimentare. 

Il numero di giorni alla settimana in cui si fa il digiuno intermittente può variare a seconda delle preferenze individuali, degli obiettivi e delle condizioni di salute. In genere, chi si dedica al digiuno intermittente segue un programma che prevede periodi di alimentazione e di digiuno che vanno dalle 12 alle 24 ore.

Il metodo di digiuno intermittente 5:2, consiste nel mangiare normalmente per cinque giorni alla settimana e nel limitare l’apporto calorico nei restanti due giorni.

Un altro metodo, il digiuno intermittente 16:8, prevede il digiuno per 16 ore al giorno e il consumo dei pasti entro una finestra di 8 ore.

In entrambi i casi, il digiuno intermittente viene praticato più giorni alla settimana per ottimizzare l’impatto sull’organismo e promuovere l’adesione a lungo termine.

Nel determinare quanti giorni alla settimana praticare il digiuno intermittente, è fondamentale considerare il proprio stile di vita, il livello di attività fisica e le esigenze di salute individuali.

Durante le 16 ore di digiuno intermittente, bere è essenziale per fornire nutrienti essenziali e mantenere l’idratazione. L’acqua dovrebbe essere la scelta principale e si sconsigliano bevande caloriche per non interrompere il digiuno. Bere molta acqua può anche aiutare a frenare i morsi della fame e a favorire il processo di disintossicazione.

uomo che beve caffè durante il digiuno intermittente, cosa bere durante il digiuno intermittente 16 8

Altre opzioni adatte sono il caffè nero e il non zuccherato, entrambi contenenti poche calorie e in grado di fornire una spinta energetica senza interrompere lo stato di digiuno. Queste bevande sono ricche di antiossidanti, che possono migliorare ulteriormente i benefici per la salute del digiuno intermittente 16 8. Tuttavia, è essenziale evitare l’aggiunta di zucchero, latte o altri additivi calorici, che potrebbero interrompere il digiuno e annullare i benefici previsti.

Un’altra opzione accettabile durante la finestra di digiuno è l’aceto di sidro di mele, che può essere diluito con acqua per creare una bevanda rinfrescante e ipocalorica. Il consumo di una quantità moderata di aceto di sidro di mele durante il digiuno intermittente 16 8 può contribuire a migliorare la digestione, a controllare i livelli di zucchero nel sangue e a sostenere gli sforzi di perdita di peso.

Per implementare il digiuno intermittente nel vostro stile di vita, seguite questi passaggi:

  1.  Scegliere un metodo di digiuno: esistono diversi metodi di digiuno intermittente tra cui scegliere, a seconda del proprio stile di vita e delle proprie preferenze, come il digiuno intermittente 16 8 ed il 5 2.
  2. programmazione del digiuno intermittente, indicazioni su si fa il digiuno intermittentePianificare i pasti: per garantire il successo del digiuno intermittente, è essenziale pianificare attentamente i pasti, consumando alimenti ricchi di nutrienti che forniscano proteine adeguate, grassi sani e carboidrati complessi. Questo vi aiuterà a rimanere sazi e a sostenere le esigenze del vostro corpo durante i periodi di digiuno.
  3. Rimanere idratati: bere acqua a sufficienza è fondamentale durante il digiuno intermittente, perché può aiutare a frenare la fame e a sostenere le funzioni dell’organismo. 
  4. Ascoltate il vostro corpo: il digiuno intermittente può non essere adatto a tutti ed è essenziale monitorare come il vostro corpo risponde a questo approccio dietetico. Se si avvertono sintomi come vertigini, stanchezza estrema o difficoltà di concentrazione, potrebbe essere opportuno modificare il metodo di digiuno o consultare un Nutrizionista.

Il digiuno intermittente si compone di periodi di astinenza e periodi di alimentazione.immagine che rappresenta il digiuno intermittente 16 8, uno dei metodi di digiuno intermittente

Durante i periodi di astinenza, si consiglia di bere molta acqua ed evitare le bevande caloriche e le bibite zuccherate, per non interrompere il digiuno.

Durante i periodi di alimentazione, si consiglia il consumo di alimenti ricchi di nutrienti, proteine, fibre e grassi sani per favorire il senso di sazietà, sostenere i livelli di energia ed evitare carenze nutrizionali.

Durante il digiuno intermittente è fondamentale consumare cibi e bevande che non interrompono lo stato di digiuno.

Queste scelte dovrebbero idealmente avere un contenuto calorico minimo o nullo e non dovrebbero innescare una risposta insulinica nell’organismo.

Esempi di tali alimenti e bevande sono l’acqua, il caffè nero e il tè verde o alle erbe non zuccherato. Il consumo di queste bevande prive di calorie aiuta a mantenere i livelli di idratazione e a garantire che la fase di digiuno rimanga ininterrotta.

É consentino consumare gomme e mentine senza calorie né zuccheri.

Inoltre, alcuni integratori, come le vitamine e i minerali essenziali, possono essere consumati durante il periodo di digiuno, poiché in genere non contengono calorie e non provocano una risposta insulinica.

Tuttavia, è importante consultare un medico ed un Nutrizionista prima di assumere qualsiasi integratore durante il digiuno intermittente.

Esempio di digiuno intermittente

Prima di tutto, è importante scegliere il protocollo di digiuno intermittente che meglio si adatta alle tue esigenze. Uno dei protocolli più comuni è il digiuno intermittente 16/8 che prevede un digiuno di 16 ore seguito da una finestra di alimentazione di 8 ore. Ciò significa che dovrai consumare tutti i tuoi pasti in un periodo di otto ore e digiunare per le restanti 16 ore della giornata.

Durante la finestra di alimentazione, è importante fare attenzione a ciò che si mangia, per incoraggiare il dimagrimento e migliorare la salute. Ecco alcuni suggerimenti per gli alimenti che potresti includere nella tua dieta:

-Proteine magre: Pollo, tacchino, pesce, uova, fagioli, noci e semi sono tutti buone fonti di proteine magre che possono aiutare a costruire e riparare i tessuti muscolari durante il digiuno intermittente.

-Carboidrati complessi: Alimenti come cereali integrali, patate dolci, verdure a foglia verde e frutta a basso indice glicemico possono fornire energia sostenuta durante il periodo di digiuno.

-Grassi sani: Avocado, noci, olio d’oliva e semi di lino sono buone fonti di grassi sani che possono aiutare a ridurre l’appetito e stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue.

-Acqua e tè: Bevi molta acqua durante la tua finestra di alimentazione per mantenere il corpo idratato e aiutare a eliminare le tossine. Il tè verde, il tè alla menta e il tè al limone possono aiutare a ridurre la sensazione di fame.

donna che beve caffè durante il lavoro, cosa bere durante il digiuno intermittente e esempio di digiuno intermittente

Mentre sei in fase di digiuno, è importante evitare di mangiare e bere qualsiasi cosa che possa spezzare il digiuno o avere un effetto insulinico. Ecco alcuni alimenti da evitare durante il periodo di digiuno intermittente:

-Zuccheri aggiunti: Evitare bevande zuccherate come succhi di frutta e bibite in genere.

-Snack ad alto contenuto di carboidrati: Snack come patatine fritte, cracker e biscotti, che possono causare un rapido aumento di zucchero nel sangue e rompere il digiuno.

-Cibi ad alto contenuto di grassi saturi: Evita i cibi ad alto contenuto di grassi saturi, come carne rossa e formaggi.

-Bevande alcoliche: L’alcol può causare un rapido aumento dello zucchero nel sangue e interrompere il digiuno.

Perché non fare il digiuno intermittente?

Sebbene il digiuno intermittente possa essere uno strumento efficace per la perdita di peso, è anche importante considerare le potenziali sfide e gli effetti collaterali associati a questo schema alimentare.

Gli effetti collaterali più comuni includono fame, stanchezza, irritabilità e difficoltà di concentrazione, soprattutto nelle fasi iniziali del digiuno. Per attenuare questi effetti collaterali, i soggetti dovrebbero iniziare il digiuno intermittente in modo graduale, consentendo all’organismo di adattarsi al nuovo programma alimentare.

Inoltre, mantenersi idratati e garantire un sonno adeguato può aiutare a gestire i potenziali effetti collaterali e a sostenere la salute durante i periodi di digiuno.

Il digiuno intermittente non è consigliato a tutti ed in particolare è sconsigliato seguire questa alimentazione a donne incinte, durante l’allattamento, in persone anoressiche o sottopeso, persone con particolari problematiche di salute, sportivi in periodi di agonismo e persone con disturbi del comportamento alimentare.

donna che rifiuta il piatto, è sconsigliata la dieta del digiuno intermittente alle donne in gravidanza, allattamento, con persone con disturbi del comportamento alimentari e con problemi di salute particolari

Per una dieta personalizzata si consiglia di consultare il Nutrizionista.

Affidati ad un nostro Nutrizionista per la Dieta a digiuno intermittente o IF

É fondamentale affidarsi all’esperienza di un nutrizionista quando si attua una dieta a digiuno intermittente per garantire i risultati più favorevoli ed evitare potenziali insidie.

Un nutrizionista può fornire una guida e un supporto preziosi durante il percorso di digiuno intermittente, assicurando che le persone aderiscano a un piano alimentare completo e sostenibile durante le finestre di alimentazione. Questo supporto professionale può aiutare a mantenere un’assunzione ottimale di nutrienti, a prevenire la malnutrizione e ad affrontare qualsiasi esigenza o restrizione dietetica.

Inoltre, un nutrizionista può monitorare da vicino i progressi e apportare le necessarie modifiche al programma di digiuno, ottimizzando ulteriormente i benefici e riducendo al minimo i potenziali inconvenienti.

Il nostro team di nutrizionisti ha le migliori recensioni!
Migliaia di persone si sono già rivolte a noi per seguire un menu settimanale nutrizionista su misura.
Cristina Marucci
06/05/2021
post originale

La Dottoressa Terranova è coinvolgente, qualificata e molto disponibile. Ho iniziato il percorso a fine agosto, ad oggi ho perso 15 kg, sono contentissima e sto continuando tutt’ora. Mi trovo veramente bene, la consiglio a tutti/e e soprattutto a coloro che oltre ad avere problemi di peso hanno bisogno di motivazione e di qualcuno che li segue con costanza. Cristina

A
Alessandra V.
12/05/2019
post originale

Ho deciso di intraprendere un percorso di rieducazione alimentare e perdita di peso con la Dott.ssa Giulia Morello. Ho iniziato a Marzo e ad oggi mi ritengo molto soddisfatta dei risultati!! Mi sto trovando molto bene, sto perdendo peso senza ricorrere a diete drastiche, ma semplicemente mangiando in maniera sana ed equilibrata. Le diete sono personalizzate e mirate e sono studiate con accuratezza. La Dottoressa è molto competente, sempre gentile e disponibile per consigli e chiarimenti.

F
Flavia Pelizza
18/12/2021
post originale

Mi sono rivolta a Nutrizione Sana per un problema di intestino irritabile. Qui mi hanno affidato alla dr.ssa Doriana Magliocca, una professionista attenta, gentile e molto disponibile. La dr.ssa Magliocca mi ha proposto un piano alimentare in base anche ai miei gusti. Sono stata molto soddisfatta perché dopo circa 6 mesi ho risolto i miei problemi, sono riuscita, senza troppi sacrifici a perdere qualche chilo in più e ho imparato a mangiare sano. Un grazie sincero alla dr.ssa Magliocca.

S
Silvia Rioni
23/06/2021
post originale

Ringrazio la dottoressa Anna Volpin per i sorprendenti risultati ottenuti !

E
El tor
16/10/2022
post originale

Esperienza positiva! Dottoressa Valentina Mabilia persona molto gentile e competente! Avevo bisogno di alcuni consigli per lo svezzamento di mia figlia e ne sono rimasta soddisfatta!

Esempi di menù settimanale nutrizionista

menu settimanale nuttrizionista esempi

Ti foniamo alcuni esempi generici di menù settimanali nutrizionista secondo le direttive che vengono fornite ai biologi nutrizionisti per l’anno 2023-2024.

Lunedì

  • Pranzo 12:00: Insalata di quinoa con verdure miste e pollo alla griglia
  • Spuntino 16:00: Un’arancia e una porzione di mandorle
  • Cena 19:00: Filetto di salmone alla griglia con asparagi e patate dolci

Martedì

  • Pranzo 12:00: Insalata di tonno con verdure miste e avocado
  • Spuntino 16:00: Una mela e una porzione di noci
  • Cena 19:00: Pollo alla griglia con zucchine e patate dolci

Mercoledì

  • Pranzo 12:00: Insalata di pollo alla griglia con verdure miste e hummus
  • Spuntino 16:00: Una porzione di fragole e una porzione di semi di zucca
  • Cena 19:00: Bistecca alla griglia con broccoli e patate dolci

Giovedì

  • Pranzo 12:00: Wrap di pollo alla griglia con avocado, lattuga e pomodori
  • Spuntino 16:00: Una porzione di carote baby e una porzione di hummus
  • Cena 19:00: Salmone alla griglia con zucchine e patate dolci

Venerdì

  • Pranzo 12:00: Insalata di quinoa con verdure miste e salmone alla griglia
  • Spuntino 16:00: Un’arancia e una porzione di mandorle
  • Cena 19:00: Pollo alla griglia con asparagi e patate dolci

Sabato

  • Pranzo 12:00: Insalata di tonno con verdure miste e avocado
  • Spuntino 16:00: Una porzione di fragole e una porzione di semi di zucca
  • Cena 19:00: Bistecca alla griglia con broccoli e patate dolci

Domenica

  • Pranzo 12:00: Wrap di pollo alla griglia con avocado, lattuga e pomodori
  • Spuntino 16:00: Una porzione di carote baby e una porzione di hummus
  • Cena 19:00: Salmone alla griglia con zucchine e patate dolci

Durante le 8 ore di alimentazione, si possono consumare spuntini sani come frutta fresca, noci o semi. Durante il digiuno invece si consiglia di bere acqua, tè e caffè non zuccherati per mantenersi idratati.
Ti ricordo che questi sono esempi di menu settimanali generici e non personalizzati. Se desideri avere un piano alimentare adatto alle tue esigenze rivolgiti ad uno dei nostri Nutrizionisti

Il digiuno rappresentato come un orologio a forma di piatto in cui gli spicchi popolati di alimenti si contrappongono ad una parte vuota che rappresenta il digiuno

Il digiuno

Il digiuno ha origini molto antiche, se pensiamo alla preistoria era molto comune per l’essere umano passare molte ore a…
OGGI SIAMO APERTI dalle 9:00 alle 20:00. CONTATTACI al 392 11 00 950
This is default text for notification bar