fbpx

Riso nero con calamari e peperoni

 

Breve descrizione

In questa ricetta proponiamo l’utilizzo del riso nero: questo tipologia di riso ha un alto contenuto in antiossidanti, chiamati antociani; è inoltre molto ricco di ferro, quindi indicato per le persone anemiche o donne in gravidanza.
Ha inoltre un indice glicemico più basso del riso bianco brillato e ha un altissimo contenuto di fibre, è adatto ai celiaci o agli intolleranti al glutine, ma anche a chi ha problemi di glicemia.

Questo riso, dal colore nero naturale e dal sapore dolce, si sposa benissimo con condimenti a base di pesce, in questo caso proponiamo i calamari!

Una delle varietà più diffuse è il “Venere“, coltivato anche nell’area della Pianura Padana.

Come verdura proponiamo i peperoni: perfetti nella stagione estiva, oltre alle caratteristiche salutari, aggiungono sapore al piatto!

 

Ingredienti

  • 150 g riso nero
  • 200 g calamari freschi
  • 1 o 2 peperoni
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 2 cucchiaio olio EVO
  • A piacere prezzemolo tritato
  • quanto basta sale

 

Pronto in

1 ore: 0 min

 

Difficoltà

3/10

 

2

Porzioni / Persone

 

Fattori nutrizionali

 

 

Indicazioni

1. Lessate il riso nero per circa 45 minuti.
2. Nel frattempo pulite i calamari. Sciacquateli sotto l’acqua corrente ed estraete la testa. Cercate la penna di cartilagine trasparente ed eliminatela. Eliminate il becco e le interiora. Sciacquateli bene e tagliateli a fettine.
3. Lavate e asciugate i peperoni, eliminate i semi e i filamenti interni e poi tagliateli in piccoli pezzi.
4. In una padella fate scaldare lo spicchio d’aglio con un filo di olio e aggiungete i peperoni. Appena risulteranno morbidi unite i calamari e fate cuocere ancora, regolate di sale e unite il prezzemolo tritato.
5. Quando il riso è pronto, scolatelo e versarlo nella padella con i calamari e i peperoni e mescolate bene.

2 commenti su “Riso nero con calamari e peperoni

  1. Si lo uso ben volentieri, mi piace abbinato con zucchine e gamberetti con pizzico di paprika o zafferano, origano e zenzero grattugiato oppure la buccia di limone rigorosamente bio. Buona anche questa variante da voi proposta. Grazie

Scrivi una risposta