fbpx

Zenzero: una radice utile per la digestione… e molto altro!

Lo zenzero, noto anche come ginger, è una pianta erbacea di origine orientale, oggi diffusa in tutto il mondo e apprezzata per le sue numerosissime proprietà benefiche.

In commercio si trova in forma di radice frescaessiccata, ridotta in polvere o come zenzero candito, usando solo lo zucchero naturale della sua radice.

Lo zenzero è molto apprezzato in cucina come spezia e nell’industria alimentare come pregiato aromatizzante, ma possiede anche interessanti proprietà medicinali.

Le proprietà benefiche

I suoi principi attivi sono concentrati nella radice, ricca di oli essenziali e composti fenolici antiossidanti.

Questa spezia ha diverse proprietà e benefici: è ottima per aiutare i processi digestivi, contrasta infatti la formazione di gas intestinali e di gonfiori addominali, dà sollievo in caso di reflusso gastroesofageo, è depurativa, antireumatica, anticellulite, riduce la pressione sanguigna migliorando il flusso sanguigno.

Problemi con la digestione?

In caso di digestione difficile e bruciori di stomaco, è consigliabile bere una tazza di infuso allo zenzero, 10-15 minuti dopo i pasti. infuso zenzero

Per prepararlo è necessario portare ad ebollizione 150 ml di acqua, toglierla poi dal fuoco e unire 3-4 fettine sottili di zenzero fresco. Lasciare riposare per 5-7 minuti e bere a piccoli sorsi, quindi mangiare le fettine di zenzero usate per l’infuso.

Se invece si avverte gonfiore addominale o si soffre di colite, o in caso di glicemia e/o il colesterolo elevati, è consigliato aggiungere ai piatti 2-3 g di zenzero in polvere al giorno, spolverizzandolo sul cibo già cotto appena prima di consumarlo.

In alternativa, diluire la dose di polvere indicata in 2-3 tazze di acqua calda da bere nel corso della giornata.

Antinfiammatorio naturale

Lo zenzero viene utilizzato anche come antinfiammatorio di origine naturale.

Se infatti le difese sono deboli, è utile masticare 20 g di radice fresca di zenzero fresco durante il giorno, meglio se lontano dai pasti e abbinandole a qualche pezzetto di scorza di limone.

Per contrastare tosse, bronchite o mal di gola, bere un infuso di zenzero (diluendo in acqua calda 2-3 g di zenzero in polvere) fino a 3 tazze al giorno, da arricchire con 1 cucchiaino di miele per tazza.

Altri usi: contro nausee e vertigini

Risulta utile anche come efficace rimedio naturale contro la nausea ed ha anche ottime proprietà antivertigine.

Con questa radice si possono alleviare disturbi come il mal d’auto, il mal di mare, la nausea mattutina.

Se hai bisogno di calmare la nausea e di contrastare il vomito, anche in gravidanza: mastica qualche pezzettino di zenzero disidratato al naturale.

In questi casi non è consigliato l’infuso, in quanto bere liquidi potrebbe far aumentare la nausea.

Un aiuto contro… l’alitosi!

Lo zenzero è utile anche contro l’alitosi: può essere d’aiuto sorseggiare acqua calda bollita per 10 minuti con zenzero fresco, un rimedio che favorisce la digestione e contrasta l’accumulo di tossine e la fermentazione batterica.

Non esagerare con il consumo, in casi particolari rivolgersi al medicozenzero polvere o fresco

Per usufruire delle proprietà dello zenzero ci vogliono almeno 10 g di radice fresca o 2 g di polvere al giorno.

Si consiglia di non superare i 30-40 g al giorno per evitare che, anziché eliminarli, provochi disturbi gastrici.

Ricordiamo infine che il consumo di zenzero dovrebbe essere sottoposto ad un preventivo parere del proprio medico curante nel caso di allattamento e gravidanza, se si assumono farmaci anticoagulanti (quale la cardioaspirina), in quanto ne potenzia l’azione avendo un effetto di tipo fluidificante, e qualora si stiano assumendo farmaci ad azione antinfiammatoria.

L’assunzione va completamente evitate in caso di allergia nota verso una o più componenti.

Go Top