fbpx

Conosci le differenze fra riso bianco e riso basmati?

🍚 Il riso bianco è senza dubbio la tipologia di riso più diffuso sulle nostre tavole.
Non è però l’unica tipologia di riso che possiamo inserire nella nostra alimentazione!

Oggi presento le principali differenze fra il tradizionale riso bianco ed il riso basmati, una varietà di origini orientali che vanta alcune importanti caratteristiche.

👍 Indice glicemico e glicemia

Grazie all’azione dell’amilopectina, il riso basmati non permette alla glicemia di innalzarsi rapidamente; il suo indice glicemico infatti è più basso rispetto al riso bianco e, a parità di porzione consumata, comporta un innalzamento della glicemia nel sangue più graduale e meno elevata, permettendo di prevenire le infiammazioni a carico dei tessuti dell’organismo.

Un consiglio? Passarlo sempre sotto acqua corrente prima di cuocerlo per ridurre maggiormente il carico di zuccheri presenti.

👍 Digeribilità

Grazie alla presenza dell’amilosio, un amido che viene assimilato già dopo due ore dalla masticazione, il riso basmati è facilmente digeribile; il suo buon contenuto di fibre permette di riportare in equilibrio le funzioni gastriche e intestinali.

👍 Sazietà

La sensazione di sazietà indotta dal riso basmati ha un effetto più prolungato rispetto al riso bianco per via della sua capacità intrinseca di assorbire acqua durante la cottura.

Più in generale, tutte le tipologie di riso sono naturlamente prive di glutine, pertanto il consumo è adatto a chi soffre di celiachia o a chi deve temporaneamente evitare i cibi contenenti glutine.

Dott.ssa
Jessica Terranova

Biologa Nutrizionista

Richiedi appuntamento

Bambini e Natale

Vuoi più informazioni su di me? Visualizza il mio video di presentazione, oppure clicca qui.