fbpx

Frutta e verdura invernale: cosa ci offre questa stagione?

L’inverno è arrivato! Sembra la stagione meno colorata, ma ci regala frutti solari come i cachi, le melagrane ricche di catechine e antociani, i kiwi dall’elevato contenuto di vitamina C, gli agrumi poveri di grassi e con un alto contenuto di zuccheri semplici e fonte di energia, i pompelmi con proprietà disinfettanti e stimolanti l’apparato digerente, con vitamine A, B, C e flavonoidi.

Abbiamo a disposizione anche i frutti raccolti in autunno, come le mele e le pere. Le prime hanno una buccia ricca di tannini che combattono i danni alle cellule e ai tessuti, ricche di potassio e di pectina, la fibra regola il flusso di glucosio dall’intestino al sangue e aiuta a tenere sotto controllo la glicemia.
Protagoniste sono anche le pere, povere di zuccheri e ricche di acqua.

L’orto è tutt’altro che vuoto, la natura ci offre tanti prodotti: i vegetali invernali sostengono le difese immunitarie, utili per combattere il freddo, sono ricchi di vitamine e antiossidanti e aiutano a prevenire l’insorgere di malattie cardiovascolari.

Ne fanno parte le crucifere (broccoli, cavolfiori, cavolini, cavolo cappuccio, cavolo verza) dall’alto apporto di vitamine (A, B1, B2, B9, E, C) e minerali (fosforo, calcio, potassio, zolfo, acido folico), soprattutto se consumati crudi.

Hanno proprietà antinfiammatorie e depurative, possono essere impiegate in patologie cutanee, articolari e favoriscono la sintesi del collagene. Le loro fibre hanno un ruolo fondamentale nella coagulazione del sangue grazie alla vitamina K, che assicura la funzionalità delle proteine, mantenedo le ossa sane e migliorando anche l’assorbimento del calcio. Sono inoltre ricche di carotenoidi, flavonoidi, ideali per combattere lo stress ossidativo.

Altri ortaggi da ricordare sono finocchi: diuretici, digestivi, depurativi epatici, antiossidanti e contenenti l’anetolo, una sostanza che lenisce i dolori addominali. Cicoria e radicchio; cardi, puntarelle, spinaci e carciofi che favoriscono la diuresi, la secrezione biliare e la digestione.
Questi sono caratterizzati da un’alta versatilità, fonte di fibre, vitamina A, B e sali minerali; vari tipi di rape come bietole e topinambur, ricche di ferro, potassio, fosforo, selenio, utile per contrastare l’ipertensione; porri, cipolle, dal sapore dolce che si possono gustare crudi o cotti, ideali per arricchire le zuppe, le insalate, ottimo rimedio per l’anemia, le infezioni urinarie, per controllare il colesterolo e regolano le funzionalità dell’intestino.

Non dobbiamo scordare la zucca: povera di calorie, anch’essa contiene tanti nutrienti e antiossidanti che prevengono malattie croniche, ricca di vitamine e folati, che potenziano il sistema immunitario.

E’ importante per il benessere integrare nella dieta la frutta e la verdura di stagione: dobbiamo scegliere in base al periodo, poiché esse hanno un sapore più ricco, non richiedono trattamenti e non sono sottoposte a periodi di conservazione.

Dovrebbe essere un’abitudine di tutti mangiare prodotti nel loro naturale corso di maturazione: è una scelta sostenibile, fa bene anche all’ambiente.

Nei banchi del mercato troviamo non solo i frutti di stagione, ma anche quelli disponibili tutto l’anno: facciamo attenzione a selezionare quelli freschi che mantengono le caratteristiche nutritive e forniscono un corretto apporto di nutrienti utili a mantenere un regime alimentare equilibrato e vario.

Dott.ssa
Anjumol Cancian

Biologa Nutrizionista

Richiedi appuntamento

Mi presento, sono la dott.ssa Anjumol Cancian

Vuoi più informazioni su di me? Visualizza il mio video di presentazione, oppure clicca qui.

Novità 2022! A grande richiesta ripartono i nostri corsi per lo svezzamento e autosvezzamento presso la nuova sede di Padova - Prima Medica.

X