fbpx

Quanta acqua bere al giorno: le 5 regole dell’esperto

quanta acqua bere al giorno lo spiega l'esperto dott.ssa Nicoletta Cecchetti Biologa Nutrizionista

Ciao, sono la dott.ssa Nicoletta Cecchetti Biologa Nutrizionista del team di Nutrizione sana e, non appena parlo ai miei pazienti dell’importanza di bere per mantenersi idratati, la domanda che molti mi pongono è: “Dottoressa, quanta acqua bisogna bere al giorno?

Come professionista della salute, non potrò mai sottolineare abbastanza l’importanza di mantenersi idratati. È essenziale bere acqua ma soprattutto assumere una quantità adeguata di acqua ogni giorno per mantenersi in salute.

Il nutrizionista svolge un ruolo fondamentale nell’educare i pazienti sull’importanza dell’idratazione e nell’aiutarli a mantenere un adeguato equilibrio idrico nel corpo non solo bevendo acqua ma anche grazie ad una dieta ricca di alimenti che la contengono.

Per questo motivo ho pensato di scrivere questo articolo per comprendere quanta acqua bere al giorno, per fornirti le 5 regole per mantenere la corretta idratazione e per rispondere ad altre domande che ti verranno spontanee approfondendo questa tematica che, soprattutto con l’avvicinarsi dell’estate, si fa sempre più calda

Calcola quanta acqua bere al giorno

Secondo gli esperti, se prendiamo ad esempio un uomo adulto del peso di 80 kg deve bere circa 2,4 litri di acqua al giorno (circa 12 bicchieri), mentre una donna adulta del peso di 60 kg deve bere circa 1,8 litri di acqua al giorno (circa 9 bicchieri). In estate si consiglia di incrementare l’assunzione di acqua del 20%.

Con il nostro calcolatore puoi calcolare quanta acqua bere al giorno.

Quanta acqua bere al giorno in base all'eta
Questo schema riassume a colpo d'occhio quanta acqua dovremmo bere al giorno in base al sesso e all'età.

Tabella dei Contenuti

Curiosità
Simbolo di allerta

Bere acqua fa dimagrire?

ecco perché bere acqua fa dimagrire
Bere acqua fa dimagrire anche perché aiuta a non confondere la sete con l'appetito.

Perché bere acqua fa dimagrire?

C’è un motivo un po’ meno conosciuto che spinge le persone a mangiare più del necessario piuttosto che dissetarsi. Questo avviene perché i segnali di sete e di fame possono facilmente essere scambiati in quanto entrambi questi segnali si manifestano nella stessa area del cervello e possono avere sintomi simili, ad esempio:

  • come la sensazione di vuoto;
  • bruciore nello stomaco;
  • ecc.

Ecco quindi spiegato perché si tende a dire che bere acqua fa dimagrire mentre non è corretto dire che bere tanta acqua fa dimagrire, come vedremo in seguito, una corretta idratazione contribuisce a rendere più efficiente il nostro metabolismo nel bruciare le calorie.

Come capire se bere acqua o mangiare

È importante imparare a distinguere tra i segnali di sete e di fame: se non si beve acqua, una disidratazione cronica può portare a problemi di salute a lungo termine, mentre mangiare eccessivamente può causare aumento di peso e altri problemi di salute.

Per distinguere tra i segnali di sete e di fame, si consiglia di bere acqua, basta anche un solo bicchiere, quando si avvertono sensazioni di fame o di vuoto allo stomaco.

Se la sensazione di malessere si attenua, è probabile che si trattasse effettivamente di sete; se invece la sensazione persiste, si potrebbe trattare di fame effettiva.

Quanta acqua bere al giorno: 5 modi per mantenersi correttamente idratati

Ho preparato per te uno schema con i 5 principali regole per bere acqua aggiungendo i consigli del Nutrizionista per mantenersi correttamente idratati:

Bere acqua nella giusta quantità per mantenere il corpo idratato. La quantità esatta di acqua di cui hai bisogno dipende dalle tue attività quotidiane, dal clima e da altri fattori individuali tra cui l’età, il peso, il sesso.

La quantità minima per una persona normo peso è di almeno 8 bicchieri di acqua al giorno (circa 2 litri).

Bisogna fare attenzione ai segnali del tuo corpo perché tuo corpo fornisce un segnale chiaro quando hai bisogno di acqua.

Per capire quando bisogna bere acqua, oltre al senso di sete è il segnale più ovvio, ci sono altri segnali come:

  • bocca secca;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • stanchezza. 

Questi segnali non vanno mai ignorati e non si dovrebbero verificare durante l’arco dell’intera giornata. Il mio consiglio è quindi di bere acqua regolarmente durante il giorno.

Alcune persone possono confondere la sete con la fame perché spesso bevono liquidi zuccherati o bevande contenenti caffeina, che possono aumentare l’appetito e causare una sensazione di fame anche se il proprio corpo ha solo bisogno di acqua.

Molte persone bevono le bibite perché hanno difficoltà a bere acqua. Per fortuna sono presenti nel mercato bibite specifiche che possono aiutare mantenere una corretta idratazione: ad esempio Bolero offre delle linee specifiche proprio per le persone che accusano questo problema.

Premettendo che non esistono alimenti che possano sostituire completamente l’acqua come fonte di idratazione, in quanto l’acqua è essenziale per molte funzioni vitali del nostro corpo, molte frutta e verdura hanno un alto contenuto di acqua e possono aiutare a mantenere il corpo idratato

Fra gli alimenti che contengono un maggior quantitativo d’acqua troviamo: cetrioli, meloni, arance e pomodori.

Alcuni alimenti possono aiutare a mantenere l’equilibrio elettrolitico del corpo e a prevenire la disidratazione, ad esempio le banane perché sono ricche di potassio.

Se fai esercizio o sei in una zona calda, bisogna bere acqua per compensare la perdita di liquidi che sono fuorisciti dal corpo attraverso la sudorazione. Cerca quindi di bere acqua prima, durante e dopo l’attività fisica o l’esposizione al caldo per mantenere il corpo correttamente idratato.

logo nutrizione sana biologi nutrizionisti
Perché è vantaggioso?

Offriamo un servizio specialistico e personalizzato ad un prezzo conveniente.

Seguendo i nostri percorsi alimentari non avvertirai il senso di fame perché avrai a tua disposizione tutti i nutrienti di cui hai bisogno.

Mettiamo gratuitamente a tua disposizione centinaia di ricette gustose e salutari che potrai consultare anche quando avrai terminato il tuo percorso per dimagrire le cosce.

I nostri piani alimentari sono fortemente personalizzati per assecondare i tuoi gusti e potrai riscoprire il piacere di mangiare in modo sano e nutriente.

Le nostre prestazioni rientrano nel novero delle prestazioni sanitarie detraibili.

Perché bere acqua?

perché bere acqua fa bene alla salute

Bere acqua è vitale per il corretto funzionamento del nostro corpo, poiché l’acqua :

  • aiuta regolare la temperatura corporea;
  • favorisce l’espulsione delle tossine;
  • è indispensabile per lubrificare le articolazioni;
  • aiuta a mantenere la pelle sana e idratata.

Una carenza di acqua nel corpo può portare alla disidratazione che a sua volta porta ad serie di problemi di salute come:

  • mal di testa;
  • affaticamento;
  • stitichezza;
  • cali di pressione;
  • problemi renali;
  • possibili shock.

Se non si riesce a bere acqua a sufficienza, la disidratazione è una delle cause più comuni che portano ad una diminuzione del metabolismo ovvero ad una riduzione della capacità del nostro corpo di utilizzare i grassi come fonte di energia.

Nel momento in cui non si è in grado di bruciare i grassi come fonte di energia sarà maggiore la sensazione di fame e a una tendenza a mangiare in modo eccessivo.

Come nutrizionista fornisco sempre consigli personalizzati sui requisiti di idratazione per ciascun mio paziente in base alla sua età, sesso, livello di attività fisica e altri fattori fisici e ambientali. 

Bere acqua dal rubinetto è sicuro?

bere acqua dal rubinetto è davvero scuro

Qualche anno fa ho deciso di affrontare questa tematica in modo estremamente approfondito se bere acqua dal rubinetto è sicuro, facendo analizzare l’acqua del mio rubinetto di casa e consultando degli esperti che tengono costantemente monitorata la qualità dell’acqua che arriva nei rubinetti delle nostre abitazioni. Ti invito a leggere questo articolo perché lo troverai davvero interessante!

Quanta acqua bere in estate?

quanta acqua bere al giorno in estate
In estate bisogna assumere il 20% in più di acqua per rimanere correttamente idratati.

L’estate è la stagione in cui è più probabile disidratarsi a causa delle temperature elevate che comportano anche una maggiore sudorazione, pertanto la quantità di acqua da bere in estate varia da persona a persona a seconda della sudorazione, della temperatura e del livello di attività fisica che viene svolta. Come nutrizionista raccomando ai miei pazienti di bere acqua dai 2 ai 3 bicchieri in più al giorno durante l’estate.

In estate, inoltre, è importantissimo ricordarsi di bere acqua prima, durante e dopo qualsiasi attività faticosa per mantenere costante il livello di idratazione.

Se vuoi qualche spunto su come bere estate, ti consiglio di leggere il nostro Cinque bevande dissetanti per l’estate.

Quanta acqua bere in base al proprio peso?

quanto bere in base al peso

Per sapere quanto bere al giorno in base al peso, le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sono generali e raccomandano di bere acqua nella quantità di almeno 1,5-2 litri al giorno per mantenere il corretto equilibrio idrico del corpo, questa quantità può variare a seconda delle necessità individuali.

Come nutrizionista, per le persone che conducono una vita pressoché standard, utilizziamo la regola pratica per calcolare la quantità di acqua da bere in base al peso corporeo come il 3% del peso totale espresso in litri.

Per ottenere facilmente il dato di quanta acqua bere al giorno basta quindi moltiplicare il peso in kg per 0,03, ovvero 30 ml per ogni kg di peso corporeo.

In estate il valore andrebbe aumentato del 20%.

Esempio di calcolo su quanta acqua bere al giorno in base al peso corporeo

Una donna che pesa 60 kg dovrebbe bere circa 1,8 litri di acqua al giorno (60 kg x 0,03 = 1,8 litri).

Un uomo che pesa 80 kg dovrebbe bere circa 2,4 litri di acqua al giorno (80 kg x 0,03 = 2,4 litri).

Calcola quanta acqua bere al giorno

Grazie a questa pratica calcolatrice ti basterà inserire il tuo peso e la stagione di riferimento per sapere quanta acqua bere al giorno.

Quanta acqua bere quando si fa sport

cosa bere in allenamento quanta acqua bere quando ci si allena

Premetto che quantità di acqua che si dovrebbe bere durante l’esercizio fisico dipende da vari fattori, ad esempio la durata e l’intensità dell’attività, la temperatura e l’umidità ambientale e il peso corporeo possono influire in modo significativo sulla quantità di sudore prodotto dal corpo e quindi dei liquidi persi.

Per dare una regola generale su quanta acqua bere quando si fa sport dobbiamo considerare 3 fasi fondamentali:

  • prima dell’attività fisica: si consiglia di bere circa 500 ml di acqua 2 ore prima dell’attività fisica e altri 250-500 ml 10-20 minuti prima dell’inizio dell’attività per mantenere il corpo idratata;
  • durante attività fisica: l’obiettivo è quello di sostituire i liquidi persi attraverso la sudorazione. Si consiglia di bere circa 125-250 ml di acqua ogni 10-20 minuti durante l’esercizio, soprattutto se l’attività è intensa o prolungata;
  • dopo l’attività fisica: è conigliabile bere almeno 500-1000 ml di acqua per ogni chilogrammo di peso corporeo perso durante l’esercizio fisico, entro le prime 2 ore dopo la fine dell’attività.

Ci tengo a precisare che la quantità di acqua di cui si ha bisogno durante l’esercizio fisico può variare in base alle esigenze individuali. È importantissimo ascoltare il proprio corpo e bere acqua quando si ha sete.

La disidratazione durante l’attività sportiva induce effetti negativi sulla performance fisica e sulla capacità cognitiva, soprattutto quando ci si allena in ambienti caldi e quando associata ad elevate temperature cutanee.

Infatti durante l’esercizio fisico, il corpo produce calore che deve essere dissipato per mantenere una temperatura corporea stabile. Quando si suda, il sudore evapora dalla pelle e raffredda il corpo. Se il corpo è disidratato si rischia di non poter sudare a sufficienza e il corpo si riscalda con una conseguente riduzione della performance fisica.

Inoltre la disidratazione può anche aumentare la percezione dello sforzo durante l’esercizio, rendendo l’attività fisica più faticosa e meno piacevole e può influire sulla capacità cognitiva.

L’acqua è determinante per il corretto funzionamento del nostro cervello e, soprattutto durante l’attività fisica, la disidratazione può:

  • portare ad una riduzione della concentrazione;
  • influisce negativamente sulla memoria a breve termine;
  • limita la nostra capacità decisionale.

Anche l’ambiente in cui si svolge l’attività fisica può influenzare l’effetto della disidratazione sulla performance fisica e sulla capacità cognitiva perché in ambienti caldi e umidi, il corpo deve impiegare più energie per dissipare il calore prodotto durante l’esercizio. Quindi la disidratazione sperimentata in ambienti meno favorevoli all’attività fisica può avere effetti più marcati sulla performance fisica e sulla capacità cognitiva.

Calcola quanta acqua bere durante l'attività sportiva

Quando si svolge la prestazione sportiva è stata stabilita una soglia di liquidi persi e non compensati che non deve superare il 2% della massa corporea iniziale. 

Esempio

Un atleta con una massa di 85 kg non dovrebbe avere una perdita di fluidi corporei superiore a 1.7 kg durante la performance sportiva (85 kg x 0,02 = 1,7 kg) e quindi dovrebbe reintegrare la quantità d’acqua necessaria acqua necessaria durante l’allenamento per non pesare meno di 83,3 kg (85 – 1,7 kg = 83,3 kg).

Grazie a questa pratica calcolatrice ti basterà inserire il tuo peso per sapere quanta acqua bere e reintegrare durante l’attività sportiva.

Curiosità
Simbolo di allerta

Perché per i bambini è più complicato bere acqua?

quanta acqua bere al giorno per i bambini
Bere acqua è estremamente importante anche per i bambini.

I bambini rischiano di non bere abbastanza

Come avviene per gli adulti, i bambini spesso hanno difficoltà a distinguere tra la fame e la sete perché le aree del cervello che regolano queste sensazioni sono interconnesse. Inoltre per i bambini può essere più facile confondersi perché la loro capacità di regolare la sensazione di sete non è ancora completamente sviluppata. Questo significa che quando il corpo è disidratato, può inviare segnali di fame invece di sete, e questo può portare i bambini a mangiare anche se non hanno bisogno di nutrirsi.

Inoltre, i bambini possono non essere in grado di esprimere o riconoscere la sensazione di sete, soprattutto se sono molto piccoli. Possono non essere in grado di comunicare che hanno sete e possono non riconoscere i segnali di sete che il loro corpo sta inviando loro.

Quando un bambino domanda del cibo, dobbiamo ricordarci di chiedere se ha già bevuto qualcosa di recente e offrire un bicchiere d’acqua prima di portare loro del cibo. Così facendo si può aiutare i bambini a distinguere tra la fame e la sete e a mantenere una buona idratazione durante il giorno.

Quanta acqua deve bere al giorno un bambino?

Ovviamente un bambino non sa razionalmente o per istinto quanta acqua bere al giorno pertanto bisogna fin dalla prima infanzia incoraggiare i bambini a bere acqua regolarmente durante tutto il giorno, anche se non sembrano avere sete.

Se trovate difficoltà a far bere il vostro bambino con i bicchieri tradizionali, esistono apposite borracce e bicchieri adatte ad ogni fase della crescita che possono rendere più agevole l’abbeverarsi riducendo la possibilità di disperdere l’acqua.

La quantità di acqua che dovrebbe bere un bambino in base al peso corporeo è superiore a quella dell’adulto, questa differenza è determinata dai seguenti fattori:

  • Rapporto tra massa corporea e superficie corporea: i bambini hanno una superficie corporea relativamente più grande rispetto alla loro massa corporea rispetto agli adulti. Ciò significa che perdono acqua attraverso la pelle in proporzione maggiore rispetto agli adulti, aumentando la necessità di idratazione.
  • Rapporto tra massa corporea e metabolismo: i bambini hanno un metabolismo più veloce rispetto agli adulti, il che significa che bruciano energia più rapidamente. Questo processo produce calore e porta a una maggiore sudorazione, aumentando la necessità di idratazione.
  • Maggiore attività fisica: i bambini spesso hanno una maggiore attività fisica rispetto agli adulti, soprattutto se partecipano a sport o attività ricreative all’aria aperta. Ciò aumenta la produzione di sudore e la perdita di acqua, rendendo necessaria una maggiore idratazione.
  • Processi di crescita e sviluppo: i bambini stanno crescendo e sviluppando i loro organi e tessuti, il che richiede una maggiore quantità di acqua per supportare questi processi.

Un bambino dovrebbe bere circa 30-40 ml di acqua per ogni chilogrammo di peso corporeo al giorno. Ad esempio, un bambino che pesa 10 kg dovrebbe bere circa 300-400 ml di acqua al giorno.

Bere troppa acqua, le implicazioni

Ora che abbiamo analizzato i benefici relativi al bere acqua, capiamo che cosa succede quando si superano la quantità giornaliera consigliata.

bere troppa acqua che cosa succede

Come riporto più volte ai miei pazienti, bere molta acqua (ma non bere troppa acqua) può aiutare a perdere peso in modo indiretto, soprattutto perché è implicata nel corretto funzionamento del nostro organismo e in particolare per i processi metabolici e dell’apparato gastrointestinale però bisogna ricordarsi che l’acqua è un elemento che non contiene calorie e quindi del tutto neutro da questo punto di vista.

Bere molta acqua è corretto ma bere troppa acqua non porta sicuramente a dimagrire più velocemente. Bere quantità eccessive di acqua può causare effetti dannosi per la salute, dobbiamo cercare di non bere in eccesso ma sarà sufficiente bere frequentemente abbastanza acqua per ridurre l’appetito e aumentare la sensazione di sazietà e per ottenere tutti i benefici sopracitati relativi ad una corretta idratazione.

Bere troppa acqua può essere pericoloso e portare a problemi di salute come l’intossicazione da acqua.

Infatti se si beve troppa acqua si verifica una vera e propria intossicazione dovuta ad un eccessivo abbassamento del livello di sodio nel sangue.

Quando si verifica tale condizione, la sintomatologia è variabile e si possono verificare in modo più o meno acuto:

  • nausea e vomito;
  • mal di testa;
  • confusione mentale e disorientamento;
  • crampi muscolari;
  • stanchezza e debolezza muscolare;
  • convulsioni;
  • coma;
  • morte.

L’intossicazione da acqua non va quindi sottovalutata perché è un disturbo grave e può essere potenzialmente mortale se non viene trattata in modo tempestivo. Se pensi di essere soggetto a questo tipo di intossicazione è importante contattare subito un medico.

La sudorazione è un meccanismo del corpo umano che permette di regolare la temperatura corporea e mantenere l’omeostasi termica.

Quando il corpo si surriscalda, le ghiandole sudoripare producono sudore che, quando evapora sulla pelle, si raffredda.

Questo avviene per un noto principio della termodinamica detto “principio di incremento dell’entropia: durante il processo di evaporazione, le molecole di acqua nel sudore assorbono energia dall’ambiente circostante, incluso il calore del corpo, e questa energia viene utilizzata per convertire le molecole di acqua liquida in gas.

Bere molta acqua aiuta a mantenere il corpo idratato e quindi a prevenire la disidratazione che potrebbe causare una diminuzione della sudorazione e un aumento della temperatura corporea con effetti negativi sulla salute.

Bere molta acqua non ha un effetto diretto sulla sudorazione quindi non necessariamente si suda di più ma in determinate circostanza quest’acqua può essere espulsa dal nostro organismo tramite la sudorazione (ad esempio facendo attività fisica).

La sudorazione è regolata dal sistema nervoso autonomo e non dipende dal consumo di acqua ma bevendo molta acqua si può mantenere il corpo idratato e si previene la disidratazione, che potrebbe influire negativamente sulla sudorazione.

logo nutrizione sana biologi nutrizionisti
Teniamo a te X davvero!

Spesso è difficile orientarsi nella scelta di un nutrizionista o di un nutrizionista online perché molti professionisti della salute senza scrupoli promettono di farti raggiungere gli obiettivi proponendo delle pratiche prive di fondamenti scientifici oppure vendendo dei prodotti sostituivi di pasti che hanno il solo fine commerciale a discapito della salute di chi assume tali prodotti.

Cosa non faremo per te

Non ti vendiamo prodotti sostitutivi dei pasti.

Non ti consigliamo diete da rotocalco prive di fondamenti scientifici.

Non effettuiamo programmi alimentari che sembrano promettere grandi risultati a discapito della salute e delle corrette abitudini alimentari.

Non applichiamo protocolli che, una volta terminato il percorso, puntano a causare il classico effetto yo-yo per farti ritornare subito dal nutrizionista.

Non ti offriamo la solita dieta.

Cosa, invece, faremo per te

Prima di tutto sarai accolto come persona e terremo sempre conto delle tue esigenze.

Troverai da noi comprensione e sostegno e, se lo ritieni necessario, potrai confrontarti con una psicologa del nostro team!

Se necessario uniremo le nostre competenze per offrirti un supporto d’eccellenza.

I nostri piani alimentari non sono faticosi da seguire.

I nostri percorsi ti insegneranno cosa funziona per te e durante le sedute ti spiegheremo come mantenere nel tempo i risultati raggiunti.

È meglio bere acqua calda o bere acqua fredda?

Permetto che non c’è esattamente un meglio o un peggio fra bere acqua calda o bere acqua fredda, ma pur trattandosi dello stesso “alimento” l’acqua a diverse temperature ha delle proprietà diverse.

Analizziamo assieme i vantaggi e gli svantaggi di ambo le scelte!

Bere acqua calda

bere acqua calda

Benefici

Bere acqua calda può aiutare a calmare il sistema digestivo e può essere particolarmente benefica dopo un pasto. Dove i climi sono particolarmente freddi, bere acqua calda può anche aiutare a prevenire la disidratazione, poiché l’acqua calda può essere meglio tollerata dal corpo rispetto all’acqua fredda.

Inoltre, ci sono alcune tradizioni culturali che promuovono il consumo di acqua calda, come ad esempio la pratica del tè caldo in molte culture asiatiche.

Rischi per la salute

Bere acqua calda non presenta alcun rischio per la salute, questo ovviamente se la temperatura dell’acqua non è eccessivamente calda perché potrebbe portare ad ustionare le cellule del tratto gastrointestinale: ti consiglio quindi di non bere acqua calda ad una temperatura superiore ai 60° celsius. Ci sono però particolari condizioni mediche, come la dispepsia, in cui bere acqua calda potrebbe aggravarne i sintomi.

Bere acqua fredda

bere acqua fredda

Benefici

Bere acqua fredda risulta essere molto rinfrescante e dissetante in ambienti caldi o dopo un’attività fisica intensa. Inoltre, l’acqua fredda può aiutare a ridurre la temperatura corporea e fornire sollievo dal caldo.

Rischi per la salute

Gli effetti collaterali legati al consumo di acqua fredda sono spesso temporanei e si verificano quando siamo in fase digestiva causando un temporaneo rallentamento della digestione, poiché l’acqua fredda può solidificare i grassi presenti nei cibi con sintomi come gonfiore, crampi e mal di stomaco.

Bere acqua molto fredda durante l’attività fisica può causare un temporaneo spasmo dei vasi sanguigni, che potrebbe ridurre il flusso di sangue ai muscoli e limitare la loro capacità di contrarsi compromettendo le prestazioni sportive e aumentando significateivamente il rischio di infortuni muscolari.

Curiosità
perché i touareg preferiscono bere acqua calda

Perché le popolazioni che vivono nel deserto preferiscono bere acqua calda?

I Touareg, un popolo nomade che vive principalmente nel deserto del Sahara, bevono tradizionalmente acqua calda e non fredda per diverse ragioni:

  • bere acqua calda aiuta a prevenire la disidratazione. Quando si beve acqua fredda, il corpo deve spendere energia per riscaldarla, il che può portare a un aumento della sudorazione e alla perdita di fluidi corporei. L’acqua calda, d’altra parte, viene assorbita dal corpo più facilmente e può aiutare a mantenere il livello di idratazione;
  • bere acqua calda può aiutare a regolare la temperatura corporea in un clima molto caldo. Infatti l’acqua calda è utile ad aumentare la temperatura del corpo, causando una leggera sudorazione che, a sua volta, aiuta a raffreddare il corpo. Questo può essere particolarmente utile quando non si dispone zone ombrose o di altre fonti di raffreddamento.
bere acqua nel deserto

Quanta acqua bere al giorno nel deserto?

Se stai pensando di viaggiare e recarti presso una zona desertica, e vuoi sapere quanta acqua bere al giorno, ricordati che bere acqua nel deserto è estremamente importante: in base alle circostanze individuali, può essere necessario aumentare la quantità di acqua che si beve almeno di un 20%. 

Oltre a bere molto, quando si affrontano viaggi in regioni climatiche estremamente calde è importante anche limitare il consumo di cibi salati o di bevande contenenti caffeina o alcol perché contribuiscono ad aumentare il rischio di disidratazione. Queste sostanze possono aumentare la produzione di urina e ridurre la capacità del corpo di mantenere i liquidi pertanto quando ci si trova in ambienti caldi e secchi come il deserto, è consigliabile evitare di bere bevande contenenti caffeina o alcol e limitare il consumo di cibi salati.

Bere acqua in gravidanza

l'importanza di bere acqua in gravidanza
L'importanza di bere acqua in gravidanza per la salute del feto.

Le donne incinte che si rivolgono a me per un percorso nutrizionale spesso mi chiedono: “Quanta acqua bisogna bere al giorno?”

Per avere un riferimento di massima raccomando sempre di assumere almeno 8-10 bicchieri di acqua al giorno ma si deve tenere ben presente che durante la gravidanza, bisogna bere più acqua perché il fabbisogno di acqua può aumentare a causa di diversi fattori:

  1. Aumento del volume di sangue: durante la gravidanza, il volume di sangue nel corpo della donna aumenta per supportare la crescita del feto e di conseguenza è richiesta una maggiore quantità di acqua per mantenere un’adeguata idratazione.

  2. Supporto alla crescita del feto: l’acqua è essenziale per la crescita e lo sviluppo del feto. Rimanere sempre correttamente idratati è molto importante per fornire nutrimento al feto e nel prevenire complicazioni come la bassa produzione di liquido amniotico.

  3. Ritenzione idrica: durante la gravidanza, molte delle mie pazienti sperimentano la ritenzione idrica che si può aiutare a prevenire o a ridurre semplicemente bevendo una corretta quantità d’acqua.

Soprattutto in gravidanza è importante bere regolarmente durante tutto il giorno e incoraggiare l’assunzione di acqua anche attraverso l’alimentazione con il supporto di frutta e verdura. Inoltre, le donne incinte dovrebbero essere attente ai segnali di disidratazione, come:

  • la sete;
  • la bocca secca;
  • la riduzione della produzione di urina.

Bere acqua e limone

Come me, sono molti i nutrizionisti che incoraggiano i propri pazienti a bere acqua e limone. Scopriamo assieme qual sono le principali motivazioni che sono alla base di questo consiglio.

bere acqua e limone oltre ad essere dissetante porta diversi benefici per la salute

Bere acqua e il limone è particolarmente indicato in quanto sono entrambi alimenti idratanti e possono aiutare a mantenere il corpo idratato, soprattutto se bevuti al mattino dopo il riposo notturno.

Il limone ha proprietà che aiutano a stimolare la produzione di bile, che contribuisce a sua volta alla digestione dei grassi. Inoltre, il limone può aiutare a prevenire la costipazione, poiché agisce come un lieve lassativo.

Il limone è una fonte di vitamina C, un nutriente essenziale per il sistema immunitario. Bere acqua e limone permette di assumere la vitamina C e stimolare il sistema immunitario.

Anche se il limone presenta una certa acidità, questo frutto ha proprietà alcalinizzanti. Infatti contribuisce a bilanciare il pH del corpo.

Il limone contiene composti con proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie che contribuiscono a ridurre l’infiammazione nel corpo.

Il limone è una fonte di vitamina C, un nutriente che è importante per la salute della pelle. Inoltre, il limone può aiutare a prevenire i danni causati dai radicali liberi e a mantenere una pelle sana e luminosa.

Anche se il limone ha notoriamente proprietà astringenti, ovvero grazie ai tannini, sostanze naturali che possono aiutare a ridurre l’infiammazione e astringere i tessuti può aiutare a contrarre i tessuti e ad alleviare la diarrea o altri disturbi intestinali, il limone ha proprietà leggermente lassative dovute all’acido citrico, ovvero può aiutare a stimolare il movimento intestinale e ad alleviare la stitichezza. L’acido citrico aiuta a stimolare la produzione di bile nel fegato e a migliorare la digestione.

Soprattutto se si fatica a bere acqua naturale, bere acqua e limone è un’ottima alternativa a tè e tisane per mantenersi idratati durante il giorno con una bevanda semplice e ricca di benefici per la salute.

Il nostro team di nutrizionisti ha le migliori recensioni!

Migliaia di persone si sono rivolte a noi per seguire una dieta bilanciata e sapere quanta acqua bisogna bere al giorno.

S
Stefania Maretto
18/12/2021
post originale

Purtroppo ho dovuto mollare prima di terminare il mio percorso, ma i risultati sono stati ottimi. Serietà, professionalità e molta empatia. Un Grazie di cuore alla dottoressa Morello.

F
Francesco Brondolin
20/07/2023
post originale

Ringrazio in modo particolare la Dott.ssa Cecchetti che mi sta seguendo, ma ringrazio Nutrizione Sana per questo percorso intrapreso insieme. Trovare persone professionali e professioniste è l'unica soluzione se si vuole riuscire nell'intento, nel mio caso, di perdere peso. Inizialmente pensavo fosse difficile ma grazie ai consigli giusti e alla costanza ho visto i primi risultati fin da subito, senza patire la fame. Super consigliato dunque.

V
viviana ZANETTI
01/08/2020
post originale

Studio professionale con personale gentile e competente. Mi hanno aiutata a ritrovare il mio equilibrio. Grazie Nicoletta

P
Paolo Mutterle
18/04/2021
post originale

Sono stato a Monselice per una visita per perdere peso e diminuire un po' di pancetta. La Dott. ssa Giada Dal Corso mi ha seguito con pazienza e mi ha proposto una dieta chetogenica. Dopo 2 mesi ho già perso 6 chili e mi sento molto meglio

G
Gianfranco Casalino
21/12/2021
post originale

Esperienza positiva con la dottoressa Marta Maerini perso in tre mesi diversi Kili e tornato il benessere.

Conclusioni

Ora che hai capito quanta acqua bere al giorno e che hai gli strumenti per calcolare la quantità da bere ottimale per il tuo peso, ricordati di bere sempre e il più frequentemente possibile senza però bere troppa acqua perché se bere acqua fa dimagrire non necessariamente bere tanta acqua fa dimagrire. Per tener monitorato il consumo di acqua giornaliero puoi avvalerti di una borraccia che, contenendo più acqua di un bicchiere, ti permette di contare più facilmente le “ricariche” che effettui durante la giornata.

Soprattutto sei una donna in gravidanza o in allattamento, bere acqua è importantissimo per mantenere una corretta idratazione e, tramite un programma nutrizionale personalizzato puoi abbinare molti alimenti sani che ti permettono di restare correttamente idrata lungo l’intero arco della giornata.

Limportanza dellidratazione estiva consigli dei nutrizionisti L’importanza dell’idratazione

L’importanza dell’idratazione

Quanto dobbiamo bere? Perchè d'Estate dobbiamo idratarci tanto? Come riconoscere la disidratazione? Tutte le risposte del Nutrizionista
Che cosa sono gli insaporitori per acqua

Insaporitori d’acqua

Gli insaporitori per acqua trasformano la normale acqua in una bevanda, mantenendo intatte le caratteristiche e le proprietà chimiche dell’acqua…
infusi e tisane come prepararle al meglio

Come utilizzare infusi e tisane!

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, già molti anni fa, ha raccomandato di salvaguardare le medicine tradizionali, facendole conoscere anche nei paesi…

Dott.ssa
Nicoletta Cecchetti

Biologa Nutrizionista

Contattami
OGGI SIAMO APERTI dalle 9:00 alle 20:00. CONTATTACI al 392 11 00 950
This is default text for notification bar